Image by Ernest Brillo

ADOLESCENZA

L’adolescenza è un processo evolutivo particolarmente critico della vita di un individuo, segnato da profondi cambiamenti somatici, psicologici e sociali che nell’arco di pochi anni portano dal mondo dell’infanzia a quello dell’età adulta. Costituisce un periodo delicato in quanto si struttura principalmente l’identità della persona. In alcuni casi, adolescenti e genitori possono trovarsi di fronte a delle difficoltà da affrontare nella vita quotidiana. I ragazzi richiedono un tipo di intervento e di relazione che tenga profondamente conto delle caratteristiche individuali e della fase assolutamente specifica che stanno vivendo.

PERCHE' E' IMPORTANTE

Erik Erikson, psicoanalista tedesco noto per i suoi studi sullo sviluppo, scrisse che l’adolescenza è una fase di passaggio tra “il non più e il non ancora”. Proprio il fatto di non appartenere più al mondo dell’infanzia e non ancora al mondo degli adulti è alla base delle crisi di passaggio e di rottura tipiche di chi attraversa questo momento della vita, che comporta un vero e proprio sconvolgimento: del corpo, della comunicazione e delle relazioni. Si tratta di una crisi che non riguarda solo il giovane: tutta la famiglia è direttamente coinvolta.

Attraversare questa fase è fondamentale per approdare a una modalità adulta di porsi e di essere. L’adolescente è come l’acrobata che lascia il trapezio per fare un salto verso un nuovo trapezio. Tale salto avviene in sicurezza se la rete relazionale (famiglia e amici) lo sostiene, ma anche la sua rete di pensieri ed emozioni deve essere pronta a elaborare questa fase di passaggio.
Che cosa accade se ciò non avviene? Quando il giovane non si sente sostenuto da una di queste due reti (quella esterna, cioè le relazioni con gli altri, e quella interna, cioè le proprie capacità di affrontare ciò che sta vivendo), vi può essere una caduta. Esempi di queste “cadute” possono essere l’ansia, la depressione, gesti autolesionistici, disturbi dell’alimentazione, fobie sociali, difficoltà ad andare a scuola, episodi di bullismo. In questi casi chiedere aiuto è il primo passo per rialzarsi.

Nel momento in cui l’adolescente o la sua famiglia ricorre all’aiuto di uno specialista, è importante trovarsi al cospetto di una figura che abbia una preparazione specifica al benessere della salute psicologica dell'adolescente e della sua famiglia. È fondamentale che lo psicoterapeuta ascolti bisogni e desideri nascosti dietro il sintomo, tenendo conto dell’età del paziente che ha davanti, dell’importanza dell’ambiente in cui vive e del mondo reale.

Plutarco

" i ragazzi non sono vasi da riempire ma fiaccole da accendere"

adolescenti